Cronaca
Indagini in corso

Stop alle ricerche delle parti mancanti del cadavere mutilato

L'area è troppo vasta, impossibile scandagliare tutta la zona...

Stop alle ricerche delle parti mancanti del cadavere mutilato
Cronaca Rovigo, 11 Aprile 2022 ore 12:04

Le indagini per risalire all'identità della giovane donna uccisa e fatta a pezzi, non procedono: le ricerche di un altro borsone si sono fermate...

Stop alle ricerche delle parti mancanti del cadavere mutilato

L'identità della ragazza trovata decapitata lungo l'argine polesano del Po è ancora avvolta nel mistero. E' impossibile al momento dare un nome a quel corpo mutilato e decapitato rinvenuto nella golena a Occhiobello. Nonostante le ipotesi avanzate nei giorni scorsi, purtroppo, a una settimana dal ritrovamento, le indagini stentano a decollare.

Ci sono delle tracce, ovviamente, importanti elementi, e anche dei dettagli in più: la giovane potrebbe essere senza legami famigliari, non necessariamente legata a un contesto malavitoso. Ma non si esclude nemmeno la pista della prostituzione. La vittima brutalmente assassinata avrebbe non più di 30 anni, razza caucasica, e sarebbe stata uccisa non più di un mese fa. Ma tutte queste informazioni non hanno ancora avuto un riscontro nelle banche dati nazionali delle persone scomparse.

LEGGI ANCHE: Cadavere decapitato gettato nel Po: spunta l'ipotesi della campionessa di tiro a segno Andreea Alice Rabciuc

Ed è proprio questo l'elemento chiave: in mancanza di una denuncia di scomparsa, la ragazza potrebbe non avere legami sul territorio. Questo aprirebbe ovviamente alcune ipotesi, come quella di un omicidio avvenuto in un contesto di prostituzione. Ora però si attende l'esito delle analisi effettuate sul materiale biologico prelevato. Questo permetterà di ottenere un "profilo" genotipico, essenziale per risalire all'identità della vittima.

Resta poi l'incognita del vestiario trovato insieme al corpo. Nel frattempo gli inquirenti hanno fatto sapere che saranno fermate le ricerche di un altro borsone dentro cui si pensava sarebbero state riposte le parti mancanti del corpo della giovane donna. Troppo ampia la zona da scandagliare senza la guida di indicazioni investigative certe.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter