Menu
Cerca
Rovigo

Gaffeo sulle dimissioni: “Una decisione sofferta, c’è un’assenza di maggioranza consiliare”

La manifesta presenza di un’assenza di maggioranza consiliare si è manifestata in due voti distinti e consceutivi.

Politica Rovigo, 06 Maggio 2021 ore 12:58

Dopo le dimissioni, il sindaco Edoardo Gaffeo ha deciso di dare delle risposte.

Gaffeo: "Una decisione sofferta"

Erano stata annunciate venerdì 30 aprile 2021, e sabato 1 maggio 2021 era arrivata l’ufficialità. Il sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo, ha rassegnato le sue dimissioni dopo aver informato il Prefetto.

Il motivo? Il mancato sostegno di una parte del Partito Democratico (fresco di rinnovo del capogruppo) a una delibera sostenuta proprio dal primo cittadino, che si è così ritrovato “sfiduciato” dalla sua stessa maggioranza e senza i numeri per poter proseguire l’esperienza amministrativa iniziata nel giugno del 2019, dopo aver sconfitto al ballottaggio la candidata di Centrodestra, Monica Gambardella.

Ieri sera, mercoledì 5 maggio 2021 Gaffeo, in diretta streaming ha voluto spiegare le motivazioni della sua decisione:

E’ stata una decisione sofferta, dolorosa che merita alcune spiegazioni. Molte cose sono state detta ma è giusto fare il punto della situazione. Quello che è successo durante il consiglio comunale del 29 aprile 2021 ha portato alla manifesta presenza di un’assenza di maggioranza consiliare”.

 La maggioranza esiste ancora?

La domanda di Edoardo Gaffeo è una: “Esiste ancora una maggioranza?”. Durante la conferenza stampa ha ribadito:

La manifesta presenza di un’assenza di maggioranza consiliare si è manifestata in due voti distinti e consceutivi che hanno portando, con il secondo voto alla bocciature della mozione sottoscritta da parte di 14 consiglieri della maggioranza. Il mio voto era convito ma quello contrario dei consiglieri della maggioranza che hanno determinato la bocciatura della mozione palesa la mancanza di unione nella maggioranza. Io ho giurato sulla Costituzione e sui principi della Costituzione, questi prevedono che, se non ci sono le condizioni di una maggioranza consiliare l’unico atto che deve fare il sindaco è quello di dimettersi. La necessità di capire se la maggioranza esiste ancora, rimango in attesa di alcuni sviluppi anticipati”.

ECCO IL VIDEO DELL'INTERVENTO DEL SINDACO: