Attualità
Castelguglielmo-San Bellino

Competenze digitali: al via il progetto Amazon rivolto a 80 studentesse della provincia di Rovigo

Il progetto coinvolge oltre 80 studentesse provenienti da 5 scuole secondarie con l’obiettivo di incoraggiarle a sviluppare le competenze digitali.

Competenze digitali: al via il progetto  Amazon rivolto a 80 studentesse della provincia di Rovigo
Attualità Rovigo, 11 Ottobre 2021 ore 12:23

Il progetto di sviluppo delle competenze digitali ideato da Amazon in collaborazione con Codemotion e al consigliere di Parità della Provincia di Rovigo, Loredana Rosato è partito ufficialmente questa mattina con la realizzazione del primo webinar di presentazione.

Competenze digitali

Oltre ottanta studentesse, provenienti da 5 scuole secondarie della provincia di Rovigo, insieme ai loro insegnanti hanno seguito il primo laboratorio virtuale del progetto ideato con l’obiettivo di incoraggiarle a sviluppare le competenze digitali.

A partire da oggi e fino al mese di febbraio, le studentesse suddivise in gruppi da 25, parteciperanno ai quattro laboratori interattivi online durante i quali scopriranno il mondo del coding creativo e svilupperanno un prototipo di software funzionante decidendo in autonomia se creare un programma di arte generativa, una data visualization, un software applicativo, una app o un videogioco.

Sviluppare un approccio innovativo

I laboratori sono stati ideati da Codemotion, piattaforma che supporta gli sviluppatori nella loro crescita professionale e li connette alle aziende che hanno finalità di employer branding e marketing tecnologico. L’obiettivo è di aiutare le studentesse a sviluppare un approccio innovativo nei confronti della tecnologia per risolvere i problemi in modo creativo e a scoprire gli elementi fondamentali della programmazione.

“Siamo felici di aver ideato questo progetto proprio in concomitanza con un anniversario per noi molto importante. Amazon è da sempre impegnata, attraverso vari programmi, a sostenere e incoraggiare le studentesse a scoprire le nuove discipline digitale e approfondire lo studio delle materie scientifico-tecnologiche in cui purtroppo ancora oggi esiste un divario di genere” ha commentato Maurizio Tarsia, General Manager del centro di distribuzione Amazon di Castelguglielmo San Bellino.

Loredana Rosato, Consigliera di Parità della provincia di Rovigo, ha dichiarato:

"Ho aderito al progetto ideato da Amazon con immenso piacere perché si tratta di un’iniziativa che affronta la problematica del divario di genere, che comincia proprio dai banchi di scuola. Ancora oggi la poca partecipazione delle ragazze prima alle facoltà e poi alle professioni Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics, ndr) è la conseguenza di un insieme di fattori dovuti a condizionamenti e stereotipi inconsapevoli. Offrire alle studentesse modelli reali di donne che fanno professioni tradizionalmente maschili significa ampliare il loro immaginario in cui potersi rispecchiare. L’iniziativa costituisce un’opportunità che consente di far emergere i talenti femminili e favorire un processo di cambiamento culturale."

“Codemotion è da sempre impegnata ad avvicinare le ragazze a tutte quelle materie considerate da sempre prettamente maschili. Sono molto felice di questa partnership con Amazon, perché è proprio attraverso iniziative come questa che possiamo supportare un cambio culturale, partendo dalle famiglie e dalle scuole dove le ragazze possano avere un accesso equo al coding e uno stimolo in più a considerare le materie STEM appealing per il loro futuro” ha commentato Chiara Russo, Ceo e co-fondatrice di Codemotion.

Percorso di formazione

Durante il webinar di oggi che ha visto il coinvolgimento di studentesse e docenti, è stato presentato ufficialmente il progetto, i suoi obiettivi didattici e il contest finale. Infatti una volta conclusi tutti i laboratori virtuali, le studentesse potranno partecipare ad un contest online in cui i loro progetti saranno valutati da una giuria e le cui 3 vincitrici saranno annunciate il prossimo 8 marzo.

In contemporanea sarà inoltre avviato anche un percorso di formazione rivolto ai docenti attraverso 3 webinar, della durata di un’ora ciascuno, focalizzati sull’utilizzo della tecnologia nella didattica anche attraverso la presentazione di alcuni casi d’uso concreti del coding all’interno delle materie curriculari con l’obiettivo di fornire agli studenti nuovi strumenti utili per affrontare le sfide del futuro.

Questo progetto rappresenta un’ulteriore dimostrazione dell’attenzione di Amazon nei confronti delle comunità in cui opera. Di fatti, attraverso i suoi programmi a sostegno della comunità, vengono supportate le scuole, gli ospedali e le associazioni no profit locali sulla base delle segnalazioni ricevute dalla comunità stessa e dai propri dipendenti. Ad esempio, durante la crisi sanitaria Amazon ha realizzato numerosi progetti a supporto di enti, istituzioni e organizzazioni in prima linea nella lotta al Covid-19, come la Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana e il Banco Alimentare.

In Veneto, oltre al centro di distribuzione di Castelguglielmo San Bellino in cui sono stati creati 1.000 posti di lavoro a tempo indeterminato già dopo un anno dall’apertura, Amazon è presente con tre depositi di smistamento a Vigonza (PD), Verona e Riese Pio X (TV). Inoltre l’azienda ha annunciato anche l’apertura di ulteriori tre nuovi depositi di smistamento a Vicenza, Treviso e Venezia. In Veneto Amazon ha già creato oltre 1.500 posti di lavoro a tempo indeterminato.