Dati aggiornati

Vaccini Veneto: arrivate 83mila dosi Pfizer, in arrivo scorte di Moderna e AstraZeneca

La conferma in mattinata. Intanto ieri somministrate 17.224 dosi, in totale in Veneto sinora fatti oltre 640mila vaccini.

Vaccini Veneto: arrivate 83mila dosi Pfizer, in arrivo scorte di Moderna e AstraZeneca
Politica Rovigo, 23 Marzo 2021 ore 14:26

Punto stampa oggi senza il Governatore Zaia (assente). Arrivate 83mila dosi di Pfizer: in totale sinora oltre 640mila dosi somministrate in Veneto.

Bollettino aggiornato

43.375 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, +1.966 positivi (incidenza 4,53% su tamponi fatti), ricoverati totali 2.013 (+55), di cui 1.753 (+39) in area non critica e 260 (+16) in terapia intensiva, morti +52, dimessi +106.

“Un’ora fa abbiamo avuto la conferma dell’arrivo di 83mila dosi Pfizer e dovrebbero arrivarci altre scorte di Moderna e AstraZeneca, la campagna sta andando avanti – ha spiegato l’assessore Lanzarin (assente Zaia) – Ieri abbiamo somministrato in Veneto 17.224 vaccini, di cui oltre 12mila prime dosi. Finora nella nostra regione abbiamo somministrato in totale 640.456 dosi di vaccino e le persone che hanno completato il ciclo (prima e seconda dose) sono state 203.789. Si stanno attrezzando anche i medici di Medicina generale”.

Domani poi, mercoledì, si terrà l’incontro con le farmacie per il potenziamento dei sistemi di prenotazione e per il coinvolgimento dei farmacisti proprio nella campagna vaccinale.

Terapie intensive in aumento, ospedali sotto stress

Ha preso poi la parola il dottor Rosi, che ha fatto il punto sulla situazione dei ricoveri in ospedale:

“Sugli ingressi giornalieri in terapia intensiva, posso dire che a febbraio noi avevamo dai 5 agli 8 nuovi accessi al giorno, mentre dalla seconda settimana di marzo siamo intorno ai 20 ingressi al giorno (con picchi fino a 26). La media dei nuovi ingressi, che riguarda in prevalenza la fascia 60-69 anni (con riduzione invece degli ultraottantenni) sta salendo e se non cambia entro fine mese avremo oltre 300 pazienti in terapia intensiva. Abbiamo oltre 600 posti operativi al momento, aumentati con la contestuale riduzione delle attività non essenziali negli ospedali. Manteniamo un margine di 90 posti letto liberi al giorno”.