Cronaca
Adria

Tavolo monitoraggio Socotherm: massimo impegno tra le parti per salvaguardia del sito e dei lavoratori

Principale obiettivo dell’incontro è stato il monitoraggio delle difficoltà aziendali attualmente vissute, anche in considerazione della più ampia crisi del settore petrolifero, principale ambito di riferimento.

Tavolo monitoraggio Socotherm: massimo impegno tra le parti per salvaguardia del sito e dei lavoratori
Cronaca Adria e Delta del Po, 26 Novembre 2020 ore 14:29

Si è riunito martedì 24 novembre 2020, convocato dall’assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan e gestito dall’Unità di crisi aziendali della Regione del Veneto, un tavolo di aggiornamento in riferimento alla situazione di SOCOTHERM spa di Adria.

Presenti i vertici aziendali

L’azienda, che allo stato attuale occupa circa 80 lavoratori, opera nell’ambito della fabbricazione di materie plastiche per il rivestimento di tubazioni. Al tavolo di monitoraggio hanno partecipato i vertici aziendali, Unindustria Venezia Rovigo, le organizzazioni sindacali e il sindaco di Adria. Principale obiettivo dell’incontro è stato il monitoraggio delle difficoltà aziendali attualmente vissute, anche in considerazione della più ampia crisi del settore petrolifero, principale ambito di riferimento.

Prosegue lo sforzo dell'azienda

Constatata l’attuale situazione, l’azienda ha riferito che nel prossimo periodo verificherà la possibilità di ottenere nuove commesse produttive per il sito di Adria, mettendo in atto ogni sforzo al fine di recuperar nuovi ordinativi. Le parti sindacali, nel prendere atto del persistere della situazione di difficoltà, hanno chiesto che, nel tempo, venga valutata l’attivazione di tutte le misure di sostegno al reddito utili e necessarie per il mantenimento dell’unitarietà del sito con il personale che vi opera.

La Regione del Veneto, nel ribadire l’importanza strategica del sito produttivo di SOCOTHERM per il territorio polesano e regionale, con l’obiettivo di difendere un patrimonio produttivo e di competenze espresse dai lavoratori, in stretto raccordo con le parti, ha valutato la necessità di intensificare il monitoraggio dell’evoluzione della situazione. Ciò al fine di mettere in atto ogni strumento utile e disponibile per la salvaguardia complessiva dell’azienda.