In provincia di Rovigo

“Nonna sono in caserma, servono soldi per rilasciare papà”, lei non ci casca e chiama i Carabinieri

Un ignoto, spacciandosi per il nipote, ha contattato telefonicamente la donna riferendole che il padre era stato coinvolto in un incidente stradale.

“Nonna sono in caserma, servono soldi per rilasciare papà”, lei non ci casca e chiama i Carabinieri
Cronaca Rovigo, 28 Giugno 2021 ore 11:13

Nel pomeriggio di mercoledì 23 giugno 2021, in provincia di Rovigo, è stata tentata una truffa ad una anziana donna.

Tentata truffa ai danni di un'anziana

Un ignoto, spacciandosi per il nipote, ha telefonicamente contattato la donna, riferendole di trovarsi in una caserma dei Carabinieri perché il proprio padre era stato coinvolto in un incidente stradale e che per poterlo rilasciare era necessario pagare una somma di denaro.
L’anziana però non è caduta nel raggiro ed ha informato dell’accaduto la locale stazione dei Carabinieri.

Per prevenire queste particolari tipo di truffe, l’arma ha svolto nell’intera provincia di Rovigo diversi incontri informativi con le persona anziane al fine di richiamare la loro attenzione: la prevenzione è il miglior strumento di difesa da questo tipo di eventi pertanto, il consiglio dei carabinieri di Rovigo, è quello di non far accedere alcuna persona sconosciuta all’interno della propria abitazione e di chiamare subito il numero di emergenza 112 per un pronto intervento di una pattuglia.