Dati aggiornati

Zaia: “Da domani stop ai tamponi gratis, disponibili un milione di vaccini” |+425 positivi Covid| Dati 9 agosto 2021

L’appello del Governatore è rivolto a chi vuole vaccinarsi, ci sono i posti, è meglio non attendere a settembre oppure ottobre.

Zaia: “Da domani stop ai tamponi gratis, disponibili un milione di vaccini” |+425 positivi Covid| Dati 9 agosto 2021
Attualità Rovigo, 09 Agosto 2021 ore 14:11

Dalla mezzanotte scatterà il nuovo Piano di Sanità Pubblica dove non saranno più disponibili i tamponi ad accesso gratuito ma torneranno ad essere a pagamento.

Il bollettino

Nuovo appuntamento con il Governatore Luca Zaia dalla sede della Protezione Civile di Marghera. Il bollettino di oggi vede 6.107.306 tamponi molecolari, i tamponi rapidi sono 5.948.260, i positivi nelle ultime 24 ore sono 425 che, su 13.266 tamponi fornisce un’incidenza del 3,20%. I positivi da inizio pandemia sono 442.114, i positivi di oggi sono 13.779, il numero dei ricoverati totali sono 206 (-2), divisi in 182 (-2) in area non critica, in terapia intensiva sono 24 (+1), in terapia intensiva i pazienti non Covid sono 353. I decessi sono 11.649 (+2) mentre i dimessi sono 22.557. Il presidente della Regione del Veneto ha spiegato:

“Questa ondata a dispetto di quello che sostenevano alcuni esperti, non ha replicato la storia inglese, non abbiamo l’assalto all’ospedale o nei ricoveri. Lo possiamo dire a ragion veduta, la storia del test screening che è stato deciso di fare in Veneto ci dice che l’incidenza è 1-2% dei tamponi fatti. Il virus c’è ma possiamo dire che la proposta di togliere il dato Rt, di rivedere i parametri di incidenza ci ha dato ragione, se avessimo i vecchi parametri saremo in zona arancione, avremo negozi chiusi ecc. Aver modificato i parametri in sicurezza ci ha permesso di non aver riempito gli ospedali. Ricordo che è normale che il 95% dei casi Covid si cura a casa, non vorrei si pensasse che fosse una cosa straordinaria, per la metà non hanno sintomi. Se l’ospedalizzazione inizia a crescere del 5% si va in paralisi, lo ricordo”.

Un milione di vaccini disponibili

Zaia ha inoltre annunciato l’incremento delle dosi di vaccino:

“Sul tema vaccinazioni, abbiamo agosto che è un mese interessato da almeno un milione di vaccini disponibili con l’incremento del contingente vaccini. Oggi tecnicamente se una persona volesse vaccinarsi potrebbe già farlo alle 15, oggi abbiamo le agende vaccinali aperte. L’appello a chi vuole vaccinarsi è che ci sono i posti, non attendete settembre e ottobre, poi ci sarà il caos. Noi abbiamo detto di restare aperti a Ferragosto, dopodiché ci sono Ulss con 20 iscritti a Ferragosto che verranno anticipati ma se abbiamo un buon numero di iscrizioni teniamo aperto. Noi non accettiamo più Astrazeneca e inoculiamo Pfizer e Moderna”.

Da domani basta tamponi gratis

Il Governatore ha annunciato la modifica del Piano di Sanità Pubblica:

“Avevamo fatto una scelta due mesi fa circa di monitorare seriamente la popolazione con il Piano di Sanità Pubblica e avevamo deciso che chi voleva farsi un tampone diretto poteva accedere gratuitamente ai punti dell’Ulss. E’ servita come esperienza ma quando hai 50mila tamponi e 600 positivi capisci che non c’è una crescita esponenziale di positivi è ovvio che adesso dobbiamo metter mano al Piano di Sanità Pubblica. Oggi alle 11 si è riunta la Giunta e abbiamo deliberato il nuovo Piano di Sanità Pubblica che introduce delle novità: garantirà a delle categorie l’accesso libero e gratuito ai tampone invece senza motivazione non sarà più gratuito. Dalla mezzanotte quindi non saranno più gratuiti i tamponi nei centri delle Ulss, il motivo? Il sistema va in crash, a Treviso è stato registrato un crash informatico, ci sono stati dei disguidi nel fornire i certificati avendo tanta pressione con 3mila tamponi al giorno. Oggi l’allineamento è necessario con l’accordo nazionale, il commissario Figliuolo ha fatto un accordo nazionale che prevede il costo del tampone a 8 euro dai 12 a 17 anni e 15 euro sopra ai 18 anni mentre 22 per gli stranieri”.

Tampone gratuito o a pagamento? Ecco le categorie

Alla conferenza stampa era presente il dottor Michele Mongillo, che ha ribadito come chi non ha una certificazione per avere il tampone gratuito lo dovrà pagare, il non vaccinato che ha una documentazione valida ha invece accesso gratuito al tampone. Nello specifico si può accedere gratuitamente al tampone per:

  • indicazioni cliniche (sintomi sospetti, indagini epidemiologiche, motivazione clinica);
  • pazienti che accedono al pronto soccorso;
  • in previsione di un ricovero programmato;
  • screening periodico operatori delle strutture sanitarie;
  • operatori e ospiti delle strutture socio sanitarie territoriali;
  • visitatori case di riposo;
  • area disabilità tra operatori, caregiver, famigliari;
  • servizi ricreativi, educativi ai minori;
  • popolazioni a particolare rischio

Il tampone è invece a pagamento per:

  • viaggio all’estero;
  • per motivi personali anche ai fini di ottenere il Green Pass;
  • esigenze lavorative;
  • partecipazione a contesti ricreativi e socializzazione

Vaccinati ma senza Green Pass

Zaia ha parlato anche di un caso di cui la Regione non può fare nulla:

“Ci sono arrivate diverse segnalazioni di persone che hanno fatto la prima dose e alcune che hanno terminato il ciclo ma non hanno ricevuto il messaggio per scaricare il Green Pass. Queste persone anche seguendo la procedura sul sito per recuperare il codice non riescono aa scaricare il Green Pass. Purtroppo la Regione non può fare nulla, è un problema informatico che non dipende da noi. Ricordo però che in Veneto va bene anche presentare il foglio di ricevuta che viene consegnato dopo l’inoculazione”.