Idee & Consigli

Rovigo rugby, il punto sulla stagione

Rovigo rugby, il punto sulla stagione
Idee & Consigli 27 Febbraio 2016 ore 07:05

Le squadre che fanno parte del Top10 hanno affrontato la giornata numero 12 del campionato italiano di Rugby. Una giornata che è stata pure posticipata, in maniera tale da non intralciare la gara del Sei Nazioni che è stata disputata allo stadio Olimpico di Roma, in cui l’Italia ha perso anche in malo modo contro i rivali storici della Francia.

Chi potrebbe vincere il campionato italiano? Anche tutti coloro che sono appassionati di scommesse sullo sport si fanno questa domanda. Da mettere in evidenza come le più importanti piattaforme, su cui si possono avere maggiori informazioni sul portale casinoonlineprova.com, dedicate alle scommesse prestino sempre più attenzione al rugby: non è un caso, infatti, che ci siano sempre più appassionati che pronosticano la squadra che vincerà la Top10. E, in effetti, bisogna mettere in evidenza come Rovigo, insieme a Padova, sia una delle squadre su cui gli utenti puntano di più.

Testa della classifica insieme al Padova

Un primo posto in coabitazione con Petrarca Padova Rugby che non piacerà moltissimo a tutti i tifosi del Rovigo, per un derby veneto particolarmente sentito e teso. Fino a questo momento, la stagione del Padova è stata davvero esemplare, con otto vittorie in otto partite e la sensazione di essere la squadra più dominante di tutto il campionato. Infatti, bisogna sottolineare come sia al comando della classifica, insieme al Rovigo, avendo tre gare in meno rispetto a quest’ultima.

A quota 36 punti, in testa alla classifica troviamo, come abbiamo detto in precedenza, anche il Rovigo, che però di gare ne ha disputate ben 11, cogliendo un ruolino di marcia di 7 vittorie, un pareggio e 3 sconfitte. Subito dietro, a quota 32 punti, ecco il Valorugby Emilia, che ha raggiunto questa posizione grazie a 6 vittorie, un pareggio e 3 sconfitte in 10 gare.

Al quarto posto troviamo il Rugby Calvisano a quota 27, facente parte di un quartetto che ha in comune le gare disputate fino a ora, ovvero solamente nove. In questo gruppo troviamo anche il Mogliano, che ha conquistato 22 punti in 9 partite, frutto di 5 vittorie e 4 sconfitte, seguito a ruota dal Viadana, sesto con 21 punti e dal Fiamme Oro Rugby, con 18 punti, arrivati con tre vittorie, un pareggio e cinque sconfitte in 9 gare disputate.

La parte più bassa della classifica vede i Lyons Piacenza a quota 17 punti, anche se sono, fino a ora, la squadra che è scesa in campo più di tutte le altre, con ben 12 gare, frutto di 4 vittorie e 8 sconfitte, seguiti da Rugby Colorno a quota 12 (solo 10 gare all’attivo però) e il Lazio Rugby, che chiude la graduatoria con un solo punto ottenuto in 7 gare, tutte concluse con una sconfitta.

L’ultima gara disputata

Nell’ultima gara in cui è sceso in campo, il Rovigo ha dovuto arrestare la sua corsa verso l’alto, fermato sul pareggio dal Valorugby Emilia, 16-16. Nel corso dei primi venti minuti di gioco, entrambe le compagini tendono a sfidarsi più che altro dalla piazzola, a dimostrazione di come tutte e due avessero poca voglia di scoprirsi e di prestare al fianco gli attacchi avversari.

I Bersaglieri rimangono in vantaggio grazie a due calci piazzati di Menniti Ippolito, mentre il terzo piazzato, sempre di quest’ultimo porta il punteggio sul 9-3. Nel secondo tempo, però, gli ospiti riescono a rimontare: prima riducendo il gap dalla piazzola, per tenere viva la gara, e poi con la meta che è valsa il sorpasso. Tocca ai Bersaglieri rispondere e lo fanno in seguito a una touche ai cinque metri: sembra veramente fatta questa volta, invece Farolini dalla piazzola non sbaglia e chiude sul 16-16 con cui termina la partita.