Regionale

Unioncamere: nel 2019 registrate 419 attività di case da gioco

Il dato complessivo, come scrive Agimeg, vede invece oltre 353mila imprese nate in Italia

Unioncamere: nel 2019 registrate 419 attività di case da gioco
Economia Rovigo, 03 Febbraio 2020 ore 10:22

Unioncamere: nel 2019 registrate 419 attività di case da gioco

Unioncamere: nel 2019 registrate 419 attività di case da gioco

Sono state 8.050 le attività di giochi, scommesse e case da gioco registrate nel 2019, valore in crescita del 2% rispetto all’anno precedente. E’ quanto riporta la Unioncamere nel “Registro delle Imprese”, rilevazione condotta da InfoCamere.

Dati alla mano

Il dato complessivo, come scrive Agimeg, vede invece oltre 353mila imprese nate nel 2019, circa 5mila in più rispetto al 2018. Tornando alle imprese di gioco, in Campania c’è il maggior numero di attività aperte, 1.700, valore in crescita del 2,7% rispetto al 2018 (44 imprese aperte). Guardando il Veneto, secondo i dati, emerge che nel 2019 sono state registrate 419 attività di gioco d’azzardo, mentre ne sono state chiuse 6. Oltre le 900 attività anche in Lombardia e nel Lazio, dove c’è stato anche un aumento rispetto all’anno precedente di oltre il 2,7% in entrambe le regioni. Molto particolare invece l’aumento, il più alto in Italia, registrato in Piemonte. Nella regione infatti sono state 29 le attività di gioco aperte lo scorso anno, per un totale di 430 imprese ed un aumento rispetto al 2018 del +7,2%. Segni negativi invece per il Trentino Alto Adige (-19,4%), Friuli Venezia Giulia (-6,8%) ed Emilia Romagna (-2,2%). Ecco il dettaglio delle imprese di gioco registrate nel 2019, quelle aperte o chiuse e la variazione con il 2018.

RegioneRegistrate 2019Aperture/Chiusure 2018-2019var.% 2019/2018
ABRUZZO23783,49%
BASILICATA6846,25%
CALABRIA30093,09%
CAMPANIA1.700442,66%
EMILIA ROMAGNA349-8-2,23%
FRIULI-VENEZIA GIULIA110-8-6,78%
LAZIO967262,75%
LIGURIA19221,05%
LOMBARDIA955262,77%
MARCHE18031,69%
MOLISE3925,41%
PIEMONTE430297,23%
PUGLIA62610,16%
SARDEGNA15021,35%
SICILIA865222,61%
TOSCANA352-2-0,56%
TRENTINO – ALTO ADIGE28-7-19,44%
UMBRIA7800,00%
VALLE D’AOSTA500,00%
VENETO41961,44%
ITALIA8.0501592,01%
Fonte: Unioncamere-InfoCamere. Movimprese