La cultura riparte

I musei archeologici del Polesine aprono le porte ai visitatori

Si celebrano così le Giornate europee dell'archeologia

I musei archeologici del Polesine aprono le porte ai visitatori
Rovigo, 17 Giugno 2020 ore 11:26

Il Museo Grandi Fiumi riapre le porte ai visitatori. Insieme a lui, tutti i musei archeologici del Polesine.
Venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 giugno si celebrano in tutta Europa le Giornate Europee dell’Archeologia, manifestazione nata per valorizzare il patrimonio archeologico mettendo in rete tutti i siti e i musei del continente.

I musei archeologici del Polesine riaprono le porte ai visitatori

Ed è in occasione di questa importante manifestazione che i musei archeologici della provincia di Rovigo sono riusciti a coordinarsi, dopo la lunga chiusura causata dall’emergenza COVID 19, per riaprire al pubblico tutti insieme proponendo iniziative e visite guidate.
Un’apertura che ha importanza simbolica, quindi, all’insegna dell’accessibilità al pubblico e dell’amore per la cultura che, anche in questo periodo di chiusura, ha mantenuto la sua voce attraverso i canali social e le iniziative #laculturanonsiferma e #iorestoacasa.
Regola per una visita in piena sicurezza, sarà l’uso della mascherina e l’igienizzazione delle mani prima dell’ingresso in museo.

Il Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo aprirà sabato 20 giugno dalle ore 09.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30 con 6 turni di visita della durata di un’ora ciascuno e domenica 21 giugno dalle ore 15.30 alle ore 18.30, con 3 turni di visita della durata di un ora ciascuno, biglietto d’ingresso gratuito per tutti e visita guidata obbligatoria al costo di € 3,00 a persona. Si proseguirà con i medesimi orari i sabati e le domeniche successivi.
Per ciascun turno orario si formeranno gruppi fino a 5 persone, estensibili a 7 componenti in caso di gruppi di familiari conviventi. Per consentire la gestione dei flussi con la massima sicurezza per i visitatori, è necessario effettuare la prenotazione, online all’indirizzo https://www.aqua-deltadelpo.com/, oppure al tel. 0425.15.40440 o all’email info@museograndifiumi.it.
Il percorso di visita è stato in parte ripensato e potrà essere apprezzato con occhi nuovi anche grazie ai numerosi e originali contenuti digitali messi a disposizione dal Museo dei Grandi Fiumi nella pagina Facebook durante le settimane di chiusura. L’attività digitale proseguirà anche dopo la riapertura, sia su Facebook che su Instagram.
Un ringraziamento particolare agli amici di Viernheim, la cittadina tedesca gemellata con Rovigo, per il sostegno dato con l’invio di dispositivi di protezione.

Sabato 20 sarà la volta della riapertura del Museo archeologico nazionale di Adria e del suo parco, dalle 14.30 alle 19.30. Domenica 21 giugno la struttura sarà aperta dalle 15.00 e il pubblico verrà accolto e guidato alla visita dalla direttrice del museo. Il museo di via Badini, nel corso dell’estate, osserverà il seguente orario: martedì – sabato dalle 14,30 alle 19.30, alla domenica dalle 15,00 alle 19,30. In caso di grande afflusso o di gruppi numerosi, gli ingressi potranno essere contingentati. Prenotazioni, non obbligatorie, allo 0426 21612. Molte le novità del museo (consultabili tutte alla pagina Facebook @museoarcheologicoadria) che durante la chiusura al pubblico ha continuato la sua attività di ricerca e il contatto con i visitatori attraverso i social: la possibilità di un abbonamento annuale, l’installazione di uno spazio video, la formula di visite guidate al pomeriggio della prima domenica del mese:”quattro capolavori per quattro visitatori”.

A breve aprirà anche il Museo archeologico nazionale di Fratta Polesine, nella splendida cornice della villa Badoer. Per informazioni, telefonare allo 0425 668523.

Per chi volesse passare il fine settimana nel Delta, piena attività per il sito naturalistico-archeologico di San Basilio di Ariano nel Polesine, con visite guidate ogni giorno ai tesori del piccolo borgo: venerdì 19 alle ore 10.00; sabato 20 e domenica 21 alle ore 16.00. Info e costi (la prenotazione è obbligatoria) allo 346 3357534. Luogo di incontro: Centro Turistico Culturale di San Basilio.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità