Cronaca
Durante la fiera d'ottobre

Truffatore "truffato" da una donna: lui le fa firmare un contratto farlocco, lei gli dà l'Iban falso

La donna è stata bravissima: in questo modo l'uomo è stato beccato e denunciato...

Truffatore "truffato" da una donna: lui le fa firmare un contratto farlocco, lei gli dà l'Iban falso
Cronaca Adria e Delta del Po, 27 Ottobre 2022 ore 09:35

Quante volte abbiamo raccontato, noi giornalisti, di truffatori, finti tecnici della luce, finti infermieri, finti esperti di fughe di gas... Insomma, farlocconi che si inventavano qualsiasi scusa per entrare in casa e razziare, oppure per far firmare finti contratti. Ma mai era capitato di poter dar conto di una vicenda come quella che si è consumata nel Rodigino...

Truffatore "truffato" da una donna: lui le fa firmare un contratto farlocco, lei gli dà l'Iban falso

Ha aperto la porta a un finto tecnico della luce. Si è fidato. E ha sbagliato. Sì, perché quello che si era spacciato per un operatore impegnato in una presunta sostituzione contatore, in realtà era un truffatore. Il suo piano era semplice: guadagnare la fiducia della donna e farle firmare un finto contratto.

Alla padrona di casa, però, che in questo caso non chiameremo "vittima", ci è voluto qualche minuto di tempo prima di capire quale fosse il gioco del farloccone. E' stata al gioco e l'ha fregato. In pratica al momento di firmare un contratto lei ha fornito un finto Iban ed è riuscita a smascherare la truffa. Il "giochino" gli è costata una bella denuncia...

Ma questo è solo uno degli interventi effettuati dalla Polizia di Stato in occasione della Fiera di Ottobre nel Rodigino. Ecco un breve riassunto di quanto si è verificato...

In occasione della Fiera d’Ottobre si sono conclusi nella giornata di ieri ulteriori Servizi Straordinari di Controllo del Territorio, come pianificati in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, e disposti dal Questore di Rovigo, durante tutta la settimana, al fine di contrastare reati di natura predatoria e garantire maggiori livelli di sicurezza.

L’attività di intensificazione svolta dagli equipaggi delle Volanti, unitamente al Reparto Prevenzione Crimine di Padova, si è concentrata tanto nelle aree adibite alla fiera quanto nelle zone urbane particolarmente attenzionate, estendendosi poi anche alla cittadina di Adria.

Durante i controlli, giungeva alla Sala Operativa la segnalazione di una signora che riferiva di aver fatto entrare in casa un soggetto per la sostituzione di un contatore dell’energia elettrica. Dopo alcuni raggiri si rendeva conto di aver firmato un contratto di fornitura di luce, ma la donna dopo essersi accorta della truffa, forniva volutamente un indirizzo IBAN errato. Pertanto, l’uomo veniva denunciato per il reato di tentata truffa.

Personale della Squadra Mobile, nella giornata di ieri coglieva in flagranza per reato di truffa un soggetto che riusciva ad appropriarsi fraudolentemente di una borsa in pelle in danno di un esercizio commerciale di Rovigo. Alla luce delle attività effettuate, e nelle more di una formale denuncia, la locale Divisione Anticrimine procedeva alla notifica nei confronti del truffatore del “foglio di via” dal territorio del Comune di Rovigo per la durata di 3 anni.

All’esito del servizio straordinario, gli operatori hanno complessivamente identificato 440 persone e controllato 214 veicoli, elevando 5 contravvenzioni per mancato rispetto del Codice della Strada. I controlli sono poi proseguiti all’interno di 9 esercizi commerciali, tra cui bar e sale scommesse, senza riscontrare irregolarità.

Seguici sui nostri canali