Tragedia in montagna

Rovigo piange il prof Paolo Ambroso: lascia moglie e tre bimbe

Un terribile incidente in montagna se l'è portato via. L'amico, mentre attendeva i soccorsi, ha tentato in tutti i modi di rianimarlo.

Rovigo piange il prof Paolo Ambroso: lascia moglie  e tre bimbe
Rovigo, 29 Settembre 2020 ore 09:55

Ha perso la vita precipitando per 50 metri.

Morto a 41 anni

Numerose comunità in lutto per la morte di Paolo Ambroso, 41 anni, professore di chitarra di Rovigo che insegnava all’Istituto comprensivo Ederle di Villa Bartolomea e Castagnaro. Era amato e conosciuto da tutti per il suo sorriso e la sua intraprendenza. Paolo Ambroso, domenica 27 settembre 2020 stava facendo un’escursione con un amico sulla Forcella Palatina, nello specifico lungo il sentiero 918-929 dell’anello dell’Altavia del Rondoi, al confine con il Veneto e il Friuli Venezia Giulia quando è precipitato sui ghiaioni per circa 50 metri. L’amico ha chiamato i soccorsi alle 14 fornendo le indicazioni precise sulla loro posizione e, mentre attendeva l’arrivo del soccorso alpino, ha tentato in tutti i modi di rianimarlo facendosi guidare dagli operatori della centrale mentre era al telefono.

Rovigo piange il prof Paolo Ambroso: lascia moglie e tre bimbe

Non c’è stato nulla da fare

A causa della scarsa visibilità, l’elisoccorso del Fvg proveniente da Pordenone non è riuscito a raggiungere il luogo quindi è stato inviato un elicottero da Pieve di Cadore. Nel frattempo sono giunti anche i mezzi fuoristrada dei Vigili del Fuoco mentre l’equipe medica veniva calata con il verricello. Purtroppo per Paolo Ambroso non c’è stato nulla da fare che constatarne il decesso.

Lascia la moglie e tre figlie

Paolo Ambroso era molto conosciuto a Rovigo, ex scout del gruppo del paese, lascia la moglie Alice e tre figlie. Era un grande appassionato di montagna ed escursionista esperto. Numerosi i messaggi di cordoglio sui social:

“Coetanei e amici strettissimi….la mia prima band con te,la tua prima band con me…erano gli Epic nome che avevi saggiamente rubato dalla nota casa di dischi perché dicevi che sicuramente avremmo fatto successo così….avevamo 13 anni e provavamo nel sotto tetto di casa tua con mio cugino…ore ore a provare per suonare ai primi concertini che mi hanno fatto battere forte il cuore… già a quel tempo tu eri 10 spanne di bravura al di sopra di me e nonostante tutto mi accettasti nella tua band….ti porterò sempre nel cuore perché sei stato uno dei tanti amici che mi hanno aiutato a crescere e seguire le giuste strade e anche se non ci siamo più visti tanto,odio pensare che Paolo Ambroso non ci sia più…che non ti possa più incontrare in cortile da mia mamma e scambiare le due chiacchiere che tanto ci faceva piacere fare!mi stringo forte in questo momento tanto duro alla tua famiglia buon viaggio amico”.

La Musica nelle Aie scrive:

“Apprendendo con dolore dell’improvvisa morte di Paolo Ambroso, chitarrista de L’Istrice vincitori del Premio Musica nelle Aie – Autori 2017 e nostri ospiti nel 2018.
Esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla famiglia di Paolo, a Simone, Cristiano, Mauro e a tutti gli amici rovigotti”.

Tanto Par Ridare scrivono:

“Ciao Paolo!
E’ stato un onore aver condiviso il palcoscenico con Te.
Un fortissimo abbraccio ai tuoi cari”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità