Il caso

Rovigo, lesioni al figlio appena nato: donna denuncia i medici

La donna ha dato alla luce il bambino in ambulanza mentre viaggiava in autostrada.

Rovigo, lesioni al figlio appena nato: donna denuncia i medici
Rovigo, 27 Gennaio 2020 ore 11:32

Il bimbo, nato prematuro, di 26 settimane, è venuto alla luce lo scorso gennaio.

Lesioni al bimbo: mamma denuncia i medici

E’ stata costretta a partorire in ambulanza, in autostrada, mentre viaggiava verso l’ospedale di Padova, all’altezza di Monselice. Un parto avvenuto senza cesareo, nonostante fosse stata quella la procedura che era stata indicata alla mamma 46enne dal medico che l’aveva seguita durante la gravidanza. Il parto non è stato semplice e le conseguenze per il neonato sono state gravi: fratture alle braccia, lesioni funzionali a una mano, ematomi al cervello e al cervelletto.

La denuncia della madre ai carabinieri

La neomamma ha scelto di fare denuncia ai carabinieri, per il trattamento che avrebbe subito in ospedale a Rovigo. A suo avviso, il parto, podalico e molto prematuro, non sarebbe stato seguito nella maniera adatta, con un viaggio in ambulanza pericoloso, rivelatosi poi la scelta sbagliata. Ma anche sul trattamento umano che avrebbe ricevuto in ospedale a Rovigo la donna ha rimostranze da fare.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei