Cronaca
Emergenza Coronavirus

Rovigo e Adria, rafforzati i controlli per accedere in ospedale

dell'Ulss 5 Antonio Compostella

Rovigo e Adria, rafforzati i controlli per accedere in ospedale
Cronaca Rovigo, 16 Aprile 2020 ore 12:00

Come aveva annunciato, martedì 14 aprile, il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella, sono state rafforzate le misure di sicurezza per l'ingresso in ospedale a Rovigo e ad Adria.

Si accederà alle strutture ospedaliere solo per validi motivi

Sono diverse le esigenze che hanno portato al rafforzamento dei controlli del varco unico alla hall dell'ospedale di Rovigo: una comprensibile esigenza di sicurezza e la massima tutela del personale e dei pazienti.

Tra gli altri motivi anche la segnalazione di persone che cercavano di accedere da entrate laterali per eludere la sorveglianza, ma anche il proposito di evitare il sovraffollamento e di aiutare il mantenimento delle distanze di sicurezza.

Lo scopo del varco è quello di verificare che chi accede all'ospedale abbia un motivo giustificato per farlo, in un momento in cui la normale attività ambulatoriale è sospesa. Chi accede alla struttura dovrà avere tutti i dispositivi di protezione. In caso contrario, questo verrà fornito dal personale presente. Tutte le persone in ingresso verranno inoltre monitorate attraverso appositi termoscanner.