Tragedia

Omicidio a Sant’Apollinare: 17enne uccide il padre con il machete

Dopo averlo colpito, il ragazzo è fuggito con la fidanzata a bordo di una Opel Zafira.

Omicidio a Sant’Apollinare: 17enne uccide il padre con il machete
Cronaca Rovigo, 05 Febbraio 2021 ore 09:59

Tragedia ieri sera a Sant’Apollinare tra le 18 e le 19 nel campo rom che porta sulla strada che conduce a Ceregnago in Via Risorgimento. Un 17enne ha ucciso il padre a colpi di machete.

Omicidio a Sant’Apollinare

Tragedia famigliare nella sera di ieri, giovedì 4 febbraio 2021 a Sant’Apollinare e nello specifico in Via Risorgimento all’interno del campo rom. Secondo le prime informazioni è emerso che, al culmine di una lite un 17enne ha ucciso il padre a colpi di machete.

Dopo averlo colpito, il ragazzo è fuggito con la fidanzata a bordo di una Opel Zafira ma non è andata molto lontano dato che sono stati fermati in serata dai Carabinieri.

Indagini in corso

All’arrivo dei soccorsi l’uomo, Eddis Cavazza 45 anni, è stato trovato riverso nel fossato contro la recinzione posizionata lungo la strada provinciale dove sono presenti alcune abitazioni. I Carabinieri stanno svolgendo le indagini del caso per capire se l’uomo è stato ucciso in quel punto oppure se si trovasse in quel luogo nel disperato tentativo di riuscire a raggiungere abitanti della villetta vicina.

Non sono ancora certe le cause che hanno portato al forte litigio ma i vicini hanno affermato che negli ultimi periodi erano stati segnalati diversi episodi di violenza.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli