Cronaca
La richiesta

Luca Nogaris, attiva la raccolta fondi per riportare a Rovigo la salma del 39enne morto a New York

I costi sono molto alti. Troppo per la donna... ecco perché sta chiedendo aiuto ad altre persone

Luca Nogaris, attiva la raccolta fondi per riportare a Rovigo la salma del 39enne morto a New York
Cronaca Rovigo, 31 Agosto 2022 ore 11:57

“Luca è mancato improvvisamente in America, in circostanze non ancora chiare e che difficilmente lo saranno. Per riportarlo a casa servono purtroppo molti soldi”.

Luca Nogaris, attiva la raccolta fondi per riportare a Rovigo la salma del 39enne morto a New York

Stefania Zambon è la moglie di Luca Nogaris, l’italiano trovato morto a New York la notte del 9 Agosto insieme ad Alessio Picelli. Da Rovigo ha deciso di organizzare una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe.

“Sono state fatte molte illazioni su di lui - scrive - e ancora oggi la stampa e molti giornali si divertono a rovinare l'immagine di un grande lavoratore e soprattutto papà, che faceva di tutto per portare a casa pochi ma importanti soldi per mantenere i suoi bambini”.

“Io - spiega - sono in difficoltà per crescere le mie tre creature. Aiutaci a superare questo bruttissimo evento e a riportare a casa la salma. Grazie mille per il tuo contributo”.

La raccolta fondi è raggiungibile al link https://gf.me/v/c/4srp/luca-mancato-improvvisamente-in-america-aiutami

I due trovati senza vita a New York, Luca e Alessio, erano amici oltre che soci in affari. Al momento della tragedia era stato un terzo amico a dare l'allarme mentre, tornando a casa, si era trovato di fronte una scena straziante: uno era morto, l'altro agonizzante. In quei tragici istanti, purtroppo, il tentativo di rianimazione si rivelò inutile.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter