Coronavirus

La lettera dei sindaci polesani ai cittadini

Cinquanta primi cittadini riuniti in un unico messaggio per i loro concittadini.

La lettera dei sindaci polesani ai cittadini
Rovigo, 09 Marzo 2020 ore 12:13

La lettera dei sindaci polesani ai cittadini.

Il messaggio dei sindaci ai loro concittadini

Carissimi concittadini del Polesine,

viviamo giorni complicati e situazioni sconosciute per il nostro moderno modo di vivere.

I vostri Sindaci dei cinquanta Comuni Polesani desiderano esprimere sentimenti e riflessioni in questa particolare situazione.

Solo dentro tutti noi possiamo trovare la forza per contrastare questa emergenza, che sta impattando sulle nostre vite.

Se è vero che spetta alle Istituzioni fornire regole e raccomandazioni, suffragate dalla scienza, è altrettanto vero che spetta ad ognuno di noi trasferire nella quotidianità abitudini e comportamenti conformi ai dettami ufficiali e al semplice buon senso.
Evitiamo luoghi affollati, teniamo le mani pulite, evitando anche le strette di mano e gli abbracci nei saluti, manteniamo un livello igienico attento e rispettoso verso noi stessi e verso gli altri.

Aiutiamo gli anziani, che in questo momento sono la categoria maggiormente esposta, sostituendoci a loro nello svolgere commissioni varie o piccoli incarichi affinché non siano obbligati a correre rischi inutili, ad esempio uscendo di casa per recarsi in luoghi affollati come negozi o uffici.

Comprendiamo la difficoltà delle famiglie che devono gestire bambini e ragazzi costretti a casa dalla sospensione delle lezioni scolastiche: è un provvedimento drastico, ma necessario per preservare la salute delle nuove generazioni, perché non possiamo permettere il contagio e i suoi rischi anche tra coloro che incarnano il nostro futuro.

Ringraziamo tutte le associazioni sportive che, comprendendo il particolare momento, rinunciano ad allenamenti e gare, ad abitudini ed entrate economiche, pur di combattere seriamente la diffusione del contagio.

Grazie a tutti i commercianti e gestori di locali che organizzano correttamente e coerentemente, rispetto le prescrizioni, il servizio ai clienti, anche affrontando potenziali minori entrate.

Un periodo così intenso e carico di adempimenti ha sovraccaricato i dipendenti comunali negli uffici di tutte le amministrazioni. Per questo dobbiamo render loro merito di essere sempre disponibili e collaborativi di fronte alle difficoltà, in quanto da loro dipende la vita e l’organizzazione di un’intera comunità.

Esprimiamo un doveroso ringraziamento alle Istituzioni Sanitarie del Polesine, le quali in passato hanno sopportato, a volte, critiche e osservazioni e che oggi offrono un servizio altamente professionale di qualità e dedizione, grazie al personale dei medici, infermieri e operatori, sempre vicino a pazienti e famigliari, con grande abnegazione nella gestione dell’emergenza.

Allo stesso tempo ringraziamo la Prefettura, la Questura, l’Arma dei Carabinieri, tutte le Forze dell’Ordine, le Associazioni di Volontariato e la Protezione Civile che ci stanno sostenendo nel nostro ruolo di Sindaci.

Vinceremo anche questa prova. È nei momenti più confusi che esce la vera essenza del nostro essere umani: la solidarietà e la capacità di mantenerci uniti e di lavorare per un obiettivo comune.

Questi sono i valori che ci contraddistinguono come donne e uomini di buona volontà: valori che ci porteranno, superata la circostanza critica, ad uscirne migliori come persone e più forti come comunità.

I Sindaci della Provincia di Rovigo

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità