Cronaca
Tragedia sul lavoro

E' Giuseppe Fatalino l'operaio morto dopo un volo di cinque metri mentre sistemava un'insegna

Il 42enne è caduto da una piattaforma elevatrice. Era dipendente di un'azienda pugliese: indagini in corso sul rispetto di tutte le norme di sicurezza...

E' Giuseppe Fatalino l'operaio morto dopo un volo di cinque metri mentre sistemava un'insegna
Cronaca Rovigo, 29 Maggio 2022 ore 11:00

E' caduto da una piattaforma aerea a più di cinque metri d'altezza. E le ferite riportate non gli hanno lasciato scampo: è morto poco dopo essere entrato in ospedale...

E' Giuseppe Fatalino l'operaio morto dopo un volo di cinque metri mentre sistemava un'insegna

Un volo di cinque metri da una piattaforma elevatrice, mentre era impegnato in un cantiere edile nella sistemazione di un'insegna. E' morto in seguito alle gravi lesioni riportate nella caduta l'operaio 42enne di origini pugliesi Giuseppe Fatalino, nel corso della mattinata di ieri, sabato 28 maggio 2022. La tragedia sul lavoro, l'ennesima purtroppo in Veneto, si è consumata a Porto Viro. Fatalino era dipendente di una ditta di grafica e stampa pubblicitaria di Putignano in provincia di Bari e si trovava nel rodigino per ancorare la nuova insegna.

Ma a un certo punto, per ragioni ancora da chiarire, è caduto dalla piattaforma. L'impatto è stato violentissimo e le ferite riportate sono sembrate immediatamente gravissime. E' stato soccorso dal personale del Suem giunto sul posto in pochi minuti. Ma per lui non c'era più nulla da fare: nonostante la corsa in ospedale, al Santa Maria della Misericordia, l'uomo è morto nel nosocomio pochi minuti dopo l'arrivo in ambulanza.

Ora, come detto, si indaga per comprendere le ragioni di tale caduta. Si deve ricostruire la dinamica per capire come siano andate le cose e, soprattutto, se fossero state rispettate tutte le norme di sicurezza sul posto di lavoro nel cantiere edile di ristrutturazione di un negozio polesano. Sul posto, infatti, oltre al Suem sono accorsi pure i Carabinieri della stazione di Adria, il personale dello Spisal e i Vigili del fuoco. Saranno gli ispettori del lavoro a verificare le condizioni in cui l'operaio si era trovato a lavorare e se a costargli la vita sia stata solo una fatalità oppure un errore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter