Cronaca
Aveva 56 anni

Dipendente comunale senza corrente elettrica in casa usa un generatore per scaldarsi: morto per le esalazioni

Il Comune ha già confermato che pagherà le spese per i funerali. Sono stati i colleghi a dare l'allarme non vedendolo arrivare in ufficio...

Dipendente comunale senza corrente elettrica in casa usa un generatore per scaldarsi: morto per le esalazioni
Cronaca Rovigo, 24 Novembre 2022 ore 15:30

In casa non aveva l'energia elettrica e utilizzava un generatore di corrente per scaldarsi. Ma un malfunzionamento dell'apparecchio ha saturato la casa con esalazioni che, purtroppo, si sono rivelate letali.

Dipendente comunale senza corrente elettrica in casa usa un generatore per scaldarsi: morto per le esalazioni

E' morto così Renzo Maccapani, 56 anni, operatore ecologico del comune di Taglio di Po. E quando i colleghi non l'hanno visto arrivare, si sono insospettiti. Hanno subito chiamato soccorritori e Forze dell'ordine. Una volta a casa sua, in via Kennedy, la tragica scoperta. L'uomo, infatti, era morto a causa delle esalazioni di monossido.

Maccapani viveva da solo, non era sposato. I suoi genitori erano deceduti tempo fa e lui era rimasto lì, nella casa di proprietà della famiglia. Ma da cinque anni non era più collegato alla corrente elettrica. Tanti avevano provato ad aiutarlo, in passato, e i servizi sociali erano a conoscenza della situazione. Ma mercoledì mattina qualcosa è andato storto e si è consumata così la tragedia. Il Comune ha confermato che si farà carico dei costi per le esequie.

Seguici sui nostri canali