Cronaca
Carabinieri

Contrasto allo spaccio di droga: due arresti e una segnalazione ad Adria e Taglio di Po

Il servizio di controllo del territorio da parte dei Carabinieri lo scorso 1 novembre.

Contrasto allo spaccio di droga: due arresti e una segnalazione ad Adria e Taglio di Po
Cronaca Adria e Delta del Po, 04 Novembre 2022 ore 09:05

Adria e Taglio di Po: due arresti e una segnalazione per sostanze stupefacenti.

Contrasto allo spaccio di droga: due arresti e una segnalazione ad Adria e Taglio di Po

Nella giornata del 01 novembre 2022, i Carabinieri delle Stazioni di Adria e Taglio di Po, nel corso di un servizio di controllo del territorio, pianificato dalla competente Compagnia Carabinieri e finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno proceduto nei confronti di alcuni soggetti, già noti per precedenti connessi con gli stupefacenti.

Nella prima circostanza, avvenuta nella nottata e nell’ambito di un predisposto servizio effettuato in Corso Vittorio Emanuele II di Adria, veniva individuato un 34enne brasiliano mentre cedeva della sostanza stupefacente - poi accertata essere una dose di cocaina - ad un 50enne del luogo. Stupefacente e denaro contante (pagato per la cessione) sono stati sequestrati mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura di Rovigo quale assuntore.

Nella seconda circostanza, avvenuta nel pomeriggio dello stesso giorno, i militari della Stazione di Taglio di Po, durante un’attività preventiva svolta in quel centro, hanno proceduto all’accurato controllo di un’autovettura sospetta rinvenendo, nella disponibilità del conducente, un 33enne bengalese residente in quel centro, una modica quantità di sostanza di stupefacente del tipo cocaina. L’immediata perquisizione, estesa all’abitazione del soggetto, consentiva di rinvenire e sequestrare ulteriore analoga sostanza stupefacente – già suddivisa in dosi pronte allo spaccio – nonché un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e denaro contante, ritenuto provento di precedenti cessioni. Gli arresti sono stati convalidati dall’Autorità Giudiziaria.

Seguici sui nostri canali