Attualità
Il dono

Rovigo, il noto avvocato Cappellini lascia un'eredità milionaria alla città e alla chiesa

La cifra esatta non è ancora nota, ma si parla di circa 3, 4 milioni di euro...

Rovigo, il noto avvocato Cappellini lascia un'eredità milionaria alla città e alla chiesa
Attualità Rovigo, 23 Febbraio 2022 ore 11:07

Una grossa fetta della propria eredità finirà all'Accademia dei Concordi. Un'altra parte all'associazione "La Minelliana", la casa editrice per le pubblicazioni legate alla storia del Polesine e della città di Rovigo.

Rovigo, il noto avvocato Cappellini lascia un'eredità milionaria alla città e alla chiesa

E' quanto emerge dalla volontà testamentale dell'avvocato Vincenzo Cappellini, morto a metà settembre dello scorso anni a 87 anni. E anche se al momento non sia ancora nota la cifra ufficiale, si parla già di circa 3, 4 milioni di euro. Tra le ultime volontà, poi, ci sarebbe anche una donazione per la parrocchia di Sarzano e Buso. Insomma, un dono davvero generoso e inaspettato per la comunità.

Cappellini, da sempre molto legato anche a Confagricoltura e al centrodestra rodigino, si è battuto molto per il Censer, la conversione dell'ex zuccherificio di viale Porta Adige, reso possibile grazie a un finanziamento dell'Unione europea. Un progetto che aveva sposato, ma che poi si è rivelato distante dalle ambizioni iniziali. Tra le battaglie di Cappellini anche quella sul Passante Nord.

La biografia da Confagricoltura

"Vincenzo Cappellini era nato a Rovigo il 6 gennaio 1934, avvocato, iscritto all’albo degli avvocati della provincia di Rovigo dal 1959. Agricoltore con aziende in provincia di Rovigo e Padova ha avuto un ruolo importante nella vita della nostra Associazione a cui è sempre stato legato e della quale ha condiviso lotte importanti su vari fronti. Presidente del Consorzio di Bonifica S. Giustina e Bresega e poi membro di Giunta del Consorzio di Bonifica Adige Canalbianco, ha promosso e tutelato le richieste del mondo agricolo polesano per arrivare ad un utilizzo efficiente della rete idrica polesana.

Oltre all’attività agricola sempre presente, dopo una esperienza forense ha iniziato la sua avventura industriale con un’azienda produttrici di tegole innovative tanto da raggiungere la presidenza della specifica associazione nazionale di produttori di tegole. Con forza ha promosso le istanze dei colleghi raggiungendo traguardi importanti. E’ stato membro del Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Negli anni ’80 ha assunto la presidenza del Censer di Rovigo trasformando le rovine dello zuccherificio rodigino nel complesso fieristico che oggi tutti utilizziamo. E’ stato merito dell’avv. Vincenzo Cappellini l’aver acquisito tutte le risorse necessarie per compiere l’opera che ammiriamo, con soluzioni architettoniche innovative.

Negli ultimi anni Vincenzo Cappellini, a fronte di un approfondito studio personale, si era impegnato attivamente nel promuovere una corretta conoscenza delle opportunità degli organismi geneticamente modificati disponibili per il settore agricolo diventando nel tempo aggregatore e propulsore della conoscenza sul tema. Ha promosso convegni, gruppi di lavoro e momenti di confronto con i massimi esperti a livello nazionale ed internazionale sul tema.

Dirigente da moltissimi anni in Associazione Agricoltori della Provincia di Rovigo ora Confagricoltura Rovigo ha rappresentato il sindacato dei proprietari conduttori come presidente provinciale, sempre presente, attivo e propositivo nella vita assembleare dell’Associazione nel 2018 ha voluto donare in memoria del padre Mario, alla stessa, la ristrutturazione di una parte di Palazzo Manfredini relativamente all’installazione dell’ascensore e alla predisposizione della scala antincendio per rendere la sala riunioni posizionata all’ultimo piano fruibile a tutti i soci (anche i più anziani) e a tutta la cittadinanza. L'Associazione, per questo, esprime ancora una volta la sua gratitudine per la generosità dimostrata a Vincenzo Cappellini e a tutta la Sua famiglia.

Vincenzo Cappellini ha vissuto da protagonista e leader tutte le sue esperienze lasciando ovunque il segno della sua forza e impegno per risolvere le questioni che di volta in volta si ponevano. Persona capace di avere una visione imprenditoriale e amministrativa innovativa era fortemente legato alla città di Rovigo e al Polesine per il quale avrebbe voluto sempre il meglio.

Il Presidente Stefano Casalini".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter