Attualità
Iniziativa

Plastic Free, sulla spiaggia dei Gabbiani raccolti 600 chili di rifiuti

A ritrovarsi domenica mattina sul lembo di costa alla foce del Po di Goro c'erano ben 70 volontari che si sono dati da fare per rimuovere tutto ciò che incontravano durante la passeggiata.

Plastic Free, sulla spiaggia dei Gabbiani raccolti 600 chili di rifiuti
Attualità Rovigo, 06 Ottobre 2022 ore 11:38

Un fine settimana di grandi pulizie in tutta Italia quello appena trascorso. Il mese di ottobre è iniziato con il botto per Plastic Free Onlus che, dopo il conteggio finale, ha portato oltre 10mila volontari all’azione in 242 appuntamenti di cleanup sul territorio raggiungendo la considerevole cifra di oltre 165mila chili di plastica e rifiuti rimossi dalla natura.

Sulla spiaggia dei Gabbiani raccolti 600 chili di rifiuti

Il Veneto è stata la regione italiana che ha visto più eventi realizzati, ben 54 e i risultati parlano di 1604 partecipanti per un bottino di oltre 15mila chili recuperati.

“E’ motivo di orgoglio personale per me vedere in Veneto tanto entusiasmo e adesione a questa causa – commenta raggiante Riccardo Mancin, referente regionale della Onlus – Questi dati sono significativi perché se da una parte mostrano che per la tutela ambientale c’è interesse diffuso dall’altra, vista la quantità importante di rifiuti raccolti, c’è ancora tanto da fare in ottica di azione e sensibilizzazione. Plastic Free c’è, sempre più motivata e concreta. Ringrazio tutti i referenti e i volontari che si sono impegnati in questa intensa due giorni di pulizie”.

Lo stesso referente regionale ha organizzato un evento presso la spiaggia dei Gabbiani, nel Comune di Ariano nel Polesine. A ritrovarsi domenica mattina sul lembo di costa alla foce del Po di Goro 70 volontari che dopo l’accoglienza di rito iniziale si sono dati da fare per rimuovere tutto ciò che incontravano durante la passeggiata.

Presenti attivamente con sacco, guanto e pinza anche l’assessore Sandro Vidali, il sindaco Luisa Beltrame e il vicesindaco Laura Modena in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Ariano e un nutrito gruppo da Milano dei VogaPOsse, una squadra di canottieri non professionisti che a giugno ha compiuto l’impresa di solcare in canoa il Po partendo da Milano e giungendo a Venezia.

Un viaggio dedicato al Grande Fiume e alla sostenibilità ambientale, con l’obiettivo di alzare l’attenzione su un ecosistema importante e che ha visto il gruppo innamorarsi del fiume a tal punto da donare a Plastic Free parte del ricavato raccolto dagli sponsor della loro impresa. Il monte rifiuti finale è stato di circa 600 chili, smaltiti da Ecoambiente.

“E’ sempre tanta la plastica, in questa spiaggia soprattutto piccola di dimensione, la più pericolosa perché uccide gli animali ed entra nella catena alimentare umana. – conclude Mancin - E’ stato bello vedere all’opera anche parte della giunta comunale arianese e ci ha fatto veramente tanto piacere ricevere la visita dei VogaPOsse e di tanti volontari giunti da diverse zone del Veneto. Ora l’attenzione è rivolta al prossimo appuntamento, il 6 novembre il ritrovo sarà a Pila di Porto Tolle. La famiglia Cacciatori ci traghetterà sullo scanno e faremo ancora una volta la nostra parte, a nome dell’ambiente e del pianeta.”

IMG_20221002_111944607
Foto 1 di 5
IMG_20221002_110824543
Foto 2 di 5
IMG_20221002_103231788
Foto 3 di 5
IMG_20221002_095657868
Foto 4 di 5
IMG_20221002_100032492
Foto 5 di 5
Seguici sui nostri canali